San Michele Salentino: mercoledì 31 luglio la firma del disciplinare per il Centro Sociale Polivalente per Diversamente Abili

SAN MICHELE SALENTINO (BR). Sarà sottoscritto mercoledì 31 Luglio il disciplinare tra il Comune di San Michele Salentino e la Regione Puglia (Servizio economia sociale, Terzo settore e investimenti per l’innovazione sociale) che conclude tutto l’iter amministrativo-burocratico del progetto "Centro sociale polivalente per diversamente abili" del Comune di San Michele Salentino.
Il percorso del progetto ha avuto inizio con la passata Amministrazione ma portato a compimento dall’Amministrazione guidata dal sindaco Allegrini che consegna alla Comunità un ennesimo finanziamento di ben 1 milione di euro ( A.D. n.580 del 23 luglio 2019).
L’edificio, originariamente destinato a scuola dell’infanzia, realizzato allo stato grezzo, tra gli anni 1989-1991 e situato in via Pio La Torre, a sud del centro abitato, così come da idea progettuale diventerà una struttura aperta alla partecipazione di circa 50 utenti diversamente abili ad una serie di attività ludico-ricreative, di socializzazione e animazione, sia di San Michele Salentino che dei Comuni dell’Ambito Territoriale Sociale.
Tutta la struttura, quindi, di circa 390 mq, sarà completamente ristrutturata ed al suo interno saranno creati ambienti idonei e funzionali allo svolgimento delle varie attività, spazi per l’assistenza assistenziale, uffici e spazi per educatori ed assistenti, servizi igienici per gli ospiti, privi di barriere architettoniche e per gli operatori. 
"Ancora un intervento importante portato a termine come da programma elettorale" commenta il sindaco Giovanni Allegrini "un Centro che diventerà luogo di aggregazione e  socializzazione per tutta la cittadinanza, in grado di favorire la nascita di nuove progettualità sociali e associative. Attraverso, poi, i laboratori che saranno attivati, i diversamente abili potranno sviluppare potenzialità, relazioni interpersonali grazie, soprattutto, ad una rete di assistenti e personale specializzato. Questo Centro rappresenta, quindi, un nuovo servizio per il sostegno delle famiglie e per rilanciare la vera integrazione".
Dopo la firma del disciplinare, saranno espletate tutte le procedure di gara necessarie e previste dalla Legge per appaltare i lavori di ristrutturazione dell’immobile. 

Commenti