Mesagne: mercoledì 14 agosto la Carmen di Bizet per la rassegna "Mesagne in Lirica terza edizione"

MESAGNE (BR). Proseguono gli eventi nella città di Mesagne: l’associazione culturale-musicale Harmony, con l’Associazione Ristoratori Mesagnesi Uniti ed il patrocinio del Comune ha organizzato, nell’ambito di "MesagnEstate 2019" una serata dedicata alla lirica ed al bel canto per mercoledì 14 agosto 2019, con sipario alle ore 21 in piazza Commestibili. Per quel che riguarda la rassegna, è denominata "Mesagne in Lirica terza edizione".
La serata è dedicata ad una delle opere liriche più belle e rappresentate al mondo: "Carmen" di Georges Bizet che descrive le vicende d’amore tra Carmen, Don Josè e il grande torero Escamillo. Una storia d’amore che finirà tragicamente. Le coreografie ed i balletti saranno a cura di Sara Baldini.
Nella seconda parte, seguiranno brani di Tosti, Schipa, Leoncavallo, Lehar, ecc. ed in conclusione un omaggio al genio di Andy Warhol ed alla mostra esposta in questi mesi a Mesagne con un brano di Bernstein.
Durante la serata l’Associazione Ristoratori Mesagnesi, assegnerà il premio "Mesagne...lievita" che viene attribuito ad una personalità cittadina che promuove il nostro territorio.
L’appuntamento è per un pubblico che vada oltre gli intenditori e si apre anche a chi apprezza il Bel Canto, vanto italiano nel mondo.
Gli artisti impegnati saranno: Luisella De Pietro (soprano), Leonardo Gramegna (tenore), Antonella Colaianni (mezzosoprano), Giorgio Schipa (baritono), M° Vincenzo Rana (pianista accompagnatore).
Inoltre, l’ass. Harmony ed il Sindaco del Comune di Mesagne, in accordo con la famiglia Pasimeni, consegneranno il 3° Premio di laurea "Prof. Luigi Pasimeni". Il premio sarà assegnato e consegnato ad un neo-laureato in "canto lirico" presso i conservatori di Puglia. Il prof. Pasimeni è stata una figura storica nel campo musicale mesagnese. Partendo da una famiglia semplice e modesta, si diploma in pianoforte nel 1943, ha insegnato musica per oltre 60 anni. Ha diretto il "Concerto bandistico cittadino" e poi fondato nel 1974, la "Schola Cantorum", dirigendola per oltre 20 anni. Compositore di opere e di liriche sacre e laiche, direttore di cori e di orchestre, è riuscito a far amare la musica ad almeno due generazioni di mesagnesi. La vincitrice di quest’anno è la neo-soprano brindisina Chiara Centonze.

Commenti