Francavilla Fontana: "I care: Don Milani e la scuola di Barbiana" in mostra a Castello Imperiali

FRANCAVILLA FONTANA (BR). A partire da venerdì 7 febbraio Castello Imperiali con l’evento "I Care: don Milani e la scuola di Barbiana – La forza di un pensiero sempre attuale" accoglierà una delle esperienze pedagogiche più forti e rivoluzionarie concepite nel corso del ‘900.
Il cartellone di appuntamenti, organizzati dagli Assessorati alla Cultura e alla Pubblica Istruzione con il patrocinio della Fondazione Don Lorenzo Milani, si aprirà con l’inaugurazione della mostra "Gianni e Pierino: la scuola di Lettera a una professoressa". Quando don Milani e i suoi ragazzi scrissero, tra il 1966 e il 1967, Lettera ad una professoressa vollero esprimere un severo atto d’accusa alla scuola italiana che faceva fatica a realizzare il diritto di tutti all’istruzione quale fondamentale strumento per compiere l’uguaglianza tra gli esseri umani. Con questa opera collettiva, partendo dalla reale esperienza di Barbiana, vollero anche spiegare i motivi delle loro scelte di studio, il rapporto che esiste tra scuola e realtà lavorativa, gli effetti che la selezione della scuola dell’obbligo provoca sui figli del popolo. Sottolinearono il grande ruolo che l’istruzione ha per l’emancipazione da una realtà di povertà e sfruttamento.
All’inaugurazione della mostra interverranno, oltre al Sindaco Antonello Denuzzo, l’Assessora alla Cultura Maria Angelotti, l’Assessore alla Pubblica Istruzione Sergio Tatarano e Sandra Gesualdi, scrittrice e referente della Fondazione don Lorenzo Milani. Modererà la giornalista Tea Sisto.
Sulla scia delle suggestioni e dell’eredità lasciata dall’esperienza di don Milani, si terranno, come eventi collaterali, alcuni convegni e seminari di approfondimento.
Mercoledì 12 febbraio alle 19.00 è in programma l’incontro sul tema "L’obbedienza non è più una virtù. Don Milani e la Costituzione". Interverranno Mons. Gianni Caliandro, Rettore del Seminario pontificio di Molfetta, e il prof. Francesco Fistetti, docente dell’Università di Bari, che dialogheranno con il prof. Mimmo Tardio.
Lunedì 17 febbraio alle 9.30 al Teatro Italia sarà di scena "Cammelli a Barbiana", opera  teatrale su don Lorenzo Milani con Luigi D’Elia per la regia di Fabrizio Saccomanno. Lo spettacolo sarà rivolto alle studentesse e agli studenti del terzo anno degli istituti Superiori.
Martedì 18 febbraio alle 18.30 nella Chiesa dei Sette Dolori sarà proiettato il film "Don Milani: il priore di Barbiana" con Sergio Castellito.
Venerdì 21 febbraio alle 17.30 si terrà l’incontro "Il potere delle parole e i processi d’inclusione: don Milani e la cittadinanza" con la partecipazione dell’Assessore alle Politiche Comunitarie e Urbanistica Nicola Lonoce e del Prof. Lauro Seriacopi, docente filosofia e referente della Fondazione don Lorenzo Milani. Modererà il giornalista Gianni Cannalire.
La mostra "Gianni e Pierino: la scuola di Lettera a una professoressa" sarà visitabile sino al 21 febbraio nei normali orari di apertura di Castello Imperiali con ingresso libero e gratuito.

Commenti