Anni Ottanta: il cartone animato "Gigi la trottola"

Parliamo oggi di un cartone animato degli anni Ottanta, ovvero di "Gigi la trottola". Il titolo originale era "Dasshu Kappei" ed è stato trasmesso per la prima volta in Italia sulle varie emittenti televisive locali nel 1983. La serie composta da 62 episodi è stata prodotta dalla Tatsunoko nel 1981, ed è tratta dal fumetto manga Dash Kappei (che in Italia è stato pubblicato in seguito al successo del cartone) disegnato da Noboru Rokuda.

Per quel che riguarda Gigi la trottola, il cui vero nome è Gigi Sullivan, è un ragazzo di bassa statura, ma non per questo limitato nelle discipline sportive, infatti è uno straordinario giocatore di basket, in quanto riesce a compiere dei balzi prodigiosi e schiacciare a canestro; per non parlare del vasto campionario di tiri da fuori e dei trucchi che escogita per ingannare gli avversari, uno fra tutti l'effetto mongolfiera dei calzoni, che gonfiandosi gli consentono di volare. Gigi la trottola è un ragazzo americano che i genitori hanno mandato a studiare al liceo Seirin di Tokyo, per disciplinare il suo carattere ribelle e trasgressivo. Viene ospitato dalla famiglia di Anna Akane, una ragazza dolcissima della quale Gigi si è perdutamente innamorato. Gigi fa di tutto per attirare l'attenzione della ragazza soprattutto quando gioca a basket, in quanto Anna è l'assistente di Gloria, l'allenatrice della squadra scolastica. Ma quello che gli da una marcia in più è quando riesce a sbirciare sotto le gonne delle ragazze e guardare le loro mutandine bianche; a quel punto diventa veramente incontenibile e riesce a vincere le partite giocando praticamente da solo. A complicare la vita di Gigi c'è però Salomone, il cane di Anna che fa di tutto per mettere i bastoni fra le ruote al ragazzo e divertirsi a combinargli dispetti di ogni genere, in quanto geloso e possessivo nei confronti della sua padrona.
Alla fine, dopo tante avventure, Gigi riesce a diventare un vero e proprio campione e a fidanzarsi con la bella Anna.

Commenti