Francavilla Fontana: volontari, associazioni, cittadini e imprenditori protagonisti nell’aiuto alle persone in difficoltà

FRANCAVILLA FONTANA (BR). È trascorso più di un mese dall’entrata in vigore delle norme per il contenimento del contagio. Da allora larga parte della cittadinanza è costretta a rimanere chiusa in casa, senza la possibilità di lavorare e quindi di garantire alla propria famiglia il minimo indispensabile per poter andare avanti.

Il Governo centrale per aiutare queste persone ha stanziato 400 milioni di euro, a cui si sono aggiunti per la Puglia ulteriori 11,5 milioni di euro di fondi regionali. In totale il Comune di Francavilla Fontana ha beneficiato di circa 415mila euro e ha avviato in tempi strettissimi le procedure per tradurre questi fondi in buoni spesa e pacchi alimentari da destinare alle persone in difficoltà economica.
L’enorme numero di richieste pervenute rende l’idea di un disagio diffuso che coinvolge anche una larga fetta della cittadinanza che in condizioni normali non necessita di alcuna forma di sostegno.
Ad una crescente domanda di aiuti è corrisposta una mobilitazione della società civile. Quotidianamente decine di volontari delle Associazioni di Protezione Civile e della Croce Rossa si mettono a disposizione della collettività a titolo gratuito alleviando, per quanto possibile, i disagi delle famiglie.
Inoltre, da alcune settimane è stato creato un presidio permanente in piazza Dante, con un altro punto logistico presso la Società Operaia, con lo scopo di raccogliere e smistare gli aiuti sotto forma di pacchi alimentari.
Il magazzino del presidio è stato riempito anche grazie alle generose donazioni di associazioni, imprese, commercianti e persone comuni. Si tratta di contributi materiali che spaziano dai 2250 kg di pasta e 2600 kg di passata di pomodoro giunte dalla Fondazione "Puglia per la Vita" di Al Bano Carrisi e Massimo Ferrarese, alle 1000 uova pasquali del Giba Cafè, passando per le 360 bottiglie d’olio dell’Azienda Novimpianti, i 200 cartoni di pasta fresca di Soave Srl e i 200 cartoni di surgelati di Soavegel.
Dal mondo produttivo sono stati in molti a tendere la mano e a fornire beni di prima necessità. Hanno contribuito: Arte Infissi, Azienda Agricola Nicola Motolese, Bar Mayla, Bar Milan, Bar Thomas, Brin Bar, Cooperativa Agricola Terre Riunite, Cooperativa San Bernardo, Donna Laura, Farmacia Il Giglio, Incalza Premier, Liquidò, Lorenzo Shop, Lu Furnu a Petra, Mac Pimpa, Macelleria Antonio Arsena, Macelleria D'Ambrosio, Macelleria Giuseppe Arsena, Macelleria Nuovi sapori, Macelleria Solocibobuono, Masseria l'Erede, Mordi e fuggi, Naima Profumeria Prestige, Nuovo gruppo Gaf 2, Parafarmacia dott. Sammarco, Peccati di Gola, Pizzeria La lanterna, Pizzeria zio Ciccio, Pizzottiamo, Profumeria DEEP srl, Sapore di Pane, Scansera Massimo distributori automatici, Supermercati Super In, Supermercato Carucci e Tenuta Cantagallo.
Anche l’associazionismo non ha fatto mancare il proprio sostegno con le donazioni di Anteas, Arciconfraternita Orazione e Morte, Auser, Associazione femminile dell’Addolorata, Milan club, Pandora-Idea, Gruppo Agesci, Gruppo Alcolico 2003 e Il Circo della Farfalla. A tutto questo si aggiungono le derrate donate dai militari dell’Aeronautica 97 stormo e dalle persone comuni anche in forma anonima.
Gli atti di generosità non si fermano al solo presidio. Nelle scorse ore il Consorzio ASI, con una nota a firma del presidente Domenico Bianco, ha comunicato l’intenzione di donare alla ASL di Brindisi 4 letti per terapia intensiva, 4 monitor multiparametrici e 3 ventilatori polmonari. Sul fronte strettamente cittadino, lo studio dell’Avv. Pietro Maria Ammaturo ha annunciato l’intenzione di donare 2 Termoscanner da destinare agli Uffici Comunali e al Comando di Polizia Locale, mentre nei prossimi giorni arriveranno dei dispositivi di protezione individuali da parte dell’imprenditore Vincenzo Di Castri.
"La battaglia contro il coronavirus si vince se restiamo uniti – dichiara il Sindaco Antonello Denuzzo – per questo motivo ringrazio tutti coloro che con gesti, grandi e piccoli, stanno contribuendo a migliorare la qualità della vita delle persone in difficoltà. Tutti insieme ce la faremo".

Commenti