La Banda di Carovigno ai tempi del Covid-19: quando la distanza ci rende uniti

CAROVIGNO (BR).  La banda di Carovigno ai tempi del Covid-19 diremo in un futuro. Una banda che ha riposto la sua divisa nel cassetto senza saperne il futuro e se tutto sarà come prima, le prove, i concerti, il lavoro svolto nella scuola musicale. Oggi la banda Giacomo Puccini, pensa alla sua storia (oltre 270 anni dal 1742) e alle tradizioni del suo paese- Ecco come per le festività pasquali della comunità Carovignese, tutti i componenti del Gran Concerto Bandistico Giacomo Puccini Città di Carovigno ha voluto onorare la tradizione delle festività della Madonna di Belvedere  con un video in cui la maggior parte dei musicisti suonano uniti l’Inno a SS. Maria di Belvedere,  trascritto in originale per banda dal prof. Franco Carlucci.

Carovigno tutta si è mossa in questo senso: gruppi sbandieratori, confratelli, comitato e parroci, amministrazione comunale e coloro che, anche in assenza del tantissimo popolo, hanno voluto dare continuazione alla tradizione e far sentire la vicinanza alle persone chiuse in casa nonostante l’emergenza.  
Non stiamo parlando di una banda qualsiasi, stiamo parlando di una famiglia secolare, attenta ad ogni momento e ad ogni evento di spessore del paese.
Nel 1962 è sul set cinematografico ad Ostuni per il film "Anni ruggenti", con attori del calibro di Nino Manfredi e Gino Cervi. L’8 Marzo 1992 festeggia con un concerto in aula consigliare i 250 anni di ininterrotta attività sotto la direzione dal M° Antonio Marulli. Nel 1998 è ospite nella trasmissione "Uno Mattina" su Rai Uno e successivamente nello stesso anno nella trasmissione "La domenica del villaggio" trasmessa su Rete 4 e presentata da Davide Mengacci. Nel 1999 stringe il gemellaggio con la Banda di Corfù (Grecia) attraverso un concertone insieme ad oltre 60 musicisti, ospiti arrivati dalla Grecia nel nostro paese. Nel 2003 inaugura uno dei più grandi villaggi turistici del meridione a  Scanzano Jonico (Pz) con la presenza del noto conduttore Umberto Smaila e alla presenza di autorità civili e militari della Basilicata. Ancora in concerto per il 150° anniversario dell’Unificazione Nazionale eseguito il 16 marzo 2011 per il comune di Carovigno e il 18 marzo per la Rotary club di Ostuni eseguendo il tradizionale coro del Nabucco di Giuseppe Verdi. Nel 2014 è ancora sul set cinematografico nel film girato a San Vito dei Normanni "Latin lover" della regista Cristina Comencini, con attori del calibro di Virna Lisi, Claudio Gioè, Neri Marcorè, Jordi Mollà, Lluís Homar, Francesco Scianna e Angela Finocchairo.
Oggi vogliamo tutti noi augurare a tutti gli Italiani una pronta ripresa nella speranza di rivivere in futuro i grandi momenti di storia della nostra banda musicale e poterli ancora raccontare.

Link:

Commenti