Francavilla Fontana: affidato alla Croce Rossa Italiana l'ex Laboratorio Urbano

FRANCAVILLA FONTANA (BR). L’ex Laboratorio Urbano "In punta di piedi" torna a vivere e ad essere protagonista nella vita sociale della Città. L’Amministrazione Comunale di Francavilla Fontana nelle scorse ore ha affidato la struttura alla Croce Rossa Italiana per la creazione di un polo dedicato all’assistenza, alla formazione e alla promozione umana.

"L’ex Laboratorio Urbano torna ad avere un ruolo centrale – dichiara l’Assessora ai Servizi Sociali e Vice Sindaca Maria Passaro – in questi lunghi mesi di emergenza epidemiologica abbiamo potuto constatare quanto la cittadinanza necessiti di un porto sicuro a cui rivolgersi per ottenere risposte ed aiuti immediati. Riteniamo che i servizi che saranno attivati gratuitamente dalla Croce Rossa potranno integrare il lavoro dei servizi sociali, dando una risposta rapida alle persone in difficoltà".
Nella proposta progettuale presentata dal locale comitato della Croce Rossa presieduto da Fabio Prudenzano è prevista la realizzazione di alcuni servizi di pronto aiuto in tutti i settori essenziali. All’interno della struttura saranno allestiti un ambulatorio medico, un alloggio di emergenza, un banco alimentare permanente e uno sportello di ascolto.
L’ex Laboratorio Urbano ospiterà, inoltre, la Sala Operativa della Croce Rossa che avrà la funzione di monitorare e segnalare tempestivamente le emergenze, intervenendo dove necessario secondo le direttive comunali. Saranno attivati, inoltre, gli ispettorati del corpo infermieristico volontario, del Corpo Militare e l’unità cinofila.
La struttura sarà il punto di riferimento per la formazione dei volontari e della cittadinanza. Qui saranno organizzati corsi di formazione di primo soccorso, di manovre salvavita pediatriche, di sicurezza sul lavoro e di pronto intervento.
Il polo si rivolgerà anche ai più giovani e alle persone con disabilità con l’avvio di progetti finalizzati all’inclusione sociale e ad acquisire competenze di cittadinanza e di tutela della salute.
Sempre nella struttura saranno realizzati dei Campi Estivi inclusivi con lo scopo di divertire e formare cittadini consapevoli e capaci di partecipare alle dinamiche della vita sociale.
"L’ex laboratorio urbano torna ad essere un incubatore sociale, di valori e di sostegno reciproco – dichiara il Sindaco Antonello Denuzzo – l’affidamento della struttura alla Croce Rossa vuol dire restituire alla cittadinanza un luogo in stato di abbandono arricchito di quell’umanità essenziale per vivere in una comunità". L’affidamento avrà una durata di sei anni.

Commenti