Francavilla Fontana: finanziamento di 160mila euro per la ripartenza in sicurezza delle attività didattiche

FRANCAVILLA FONTANA (BR). Il Comune di Francavilla Fontana si è aggiudicato un finanziamento di 160mila euro per l’adeguamento degli edifici scolastici al rispetto del distanziamento sociale in vista del riavvio delle attività didattiche.

Secondo le linee guida predisposte dal Ministero dell’Istruzione per rispettare il distanziamento sociale sarà necessario implementare gli spazi dedicati alla didattica, anche attingendo da ambienti alternativi agli edifici scolastici. Il Ministero ha messo a punto un sistema informatico che incrocia i dati relativi ad aule, laboratori e palestre disponibili con il dato della popolazione studentesca e la distanza da tenere. Questo strumento consentirà di individuare scuola per scuola le priorità di intervento.
"Ricerca di spazi, ma anche di modalità di didattica innovative e in grado di trasformare un momento complesso in opportunità per tutte e tutti – dichiara l’Assessore alla Pubblica Istruzione Sergio Tatarano – È questo il lavoro sinergico che con l'ausilio dell'Ufficio Tecnico e Pubblica Istruzione stiamo conducendo anche nella costante candidatura a bandi che possano portare risorse utilissime a questo duplice obiettivo. Questo è il primo finanziamento, a cui si aggiungono i 40 mila destinati alla popolazione più fragile ed in più, si spera, anche i 150mila del bando "educare" a cui stiamo partecipando".
Intanto in questi giorni sono in agenda una serie di incontri con i Dirigenti Scolastici degli Istituti Comprensivi cittadini per individuare le criticità esistenti ed elaborare possibili soluzioni.
"Siamo al lavoro per consentire la ripartenza in sicurezza delle scuole – dichiara il Sindaco Antonello Denuzzo – è una battaglia contro il tempo che ci vede impegnati su un doppio fronte. Da una parte dobbiamo trovare dei luoghi idonei ad ospitare studentesse e studenti, dall’altro ci dobbiamo occupare di trovare le risorse economiche per attuare gli interventi che saranno necessari. Il finanziamento di 160mila euro, proveniente da fondi europei, rappresenta una buona base da cui partire".

Commenti