Francavilla Fontana: nell’ultima seduta del Consiglio Comunale approvato il bilancio di previsione 2020-2022

FRANCAVILLA FONTANA (BR). Il Consiglio Comunale di Francavilla Fontana nella seduta di martedì 30 giugno ha licenziato il Documento Unico di Programmazione, il programma triennale delle opere pubbliche e il bilancio di previsione per il triennio 2020-22. Questi documenti rappresentano il più importante atto di pianificazione economica, finanziaria e sociale di una Amministrazione Comunale. Di fatto, delineano quelle che saranno le direttrici dell’azione amministrativa nei prossimi tre anni.

Fittissima l’agenda delle cose da realizzare in tutti i settori della vita economica e sociale della Città. Sul fronte dei lavori pubblici si avvieranno interventi per il rifacimento di strade e marciapiedi per 1 milione e 200mila euro. Entrano nel piano triennale dei lavori pubblici gli interventi per la messa in sicurezza del tratto di strada Ospedale – Stadio con la realizzazione di un rondò ed attraversamenti pedonali per 300mila euro. Si lavorerà al recupero del tensostatico di via Grottaglie con un project financing e partirà la ristrutturazione del basolato con il rinnovo dell’arredo urbano lungo via Roma per 180mila euro. È previsto il completamento dei lavori per il Teatro Virgilio per 100mila euro. Saranno avviati i cantieri per l’adeguamento alle norme per la sicurezza degli istituti scolastici e i lavori nel seminterrato dell’ex tribunale. 50mila euro saranno destinati ai parchi urbani, mentre ulteriori 30mila euro serviranno per il potenziamento dell’illuminazione pubblica. Poco meno di 78mila euro saranno impiegati per il recupero della Chiesa di Madonna delle Grazie.
Capitolo Attività Produttive. L’emergenza economica in atto rende necessario un cambio di prospettiva graduale incentrato su due assi fondamentali: innovazione e formazione. Nelle linee programmatiche questi due elementi hanno trovato un punto di incontro nei vari ambiti produttivi. In particolare, sono previsti interventi nel settore agricolo e nella valorizzazione dei prodotti locali con la creazione di un marchio di riconoscimento territoriale. Si interverrà anche nella zona Pip con la creazione di nuovi servizi funzionali alle esigenze dell’area produttiva. In prospettiva si costruirà un FabLab, ossia un centro di innovazione capace di incentivare i saperi e le professionalità presenti sul territorio.  Nel breve periodo si metteranno a disposizione delle attività produttive nuovi strumenti e sarà studiato un piano di agevolazioni e incentivi. Altro punto su cui si lavorerà è la nuova area mercatale.
Novità importanti in arrivo anche per il settore culturale e la promozione turistica. Sulla base del nuovo scenario imposto dall’emergenza epidemiologica, dopo una fase incentrata sullo storytelling, si procederà alla costruzione di un vero e proprio sistema culturale integrato che metterà in rete i luoghi della cultura cittadina. In particolare, il Sistema Culturale Francavillese conterrà il Maff, la Pinacoteca Comunale, il Teatro Virgilio, il Teatro San Francesco e il Museo della Civiltà Contadina.
Le politiche sociali saranno incentrate nella creazione di una rete di servizi di prossimità capaci di accogliere le persone in difficoltà e di contrastare l’esclusione sociale. Azioni specifiche saranno intraprese contro la dispersione scolastica. Tra gli obiettivi c’è l’elezione diretta da parte della cittadinanza del Garante delle persone con disabilità ed il completamento del PEBA (piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche).
Proseguiranno le azioni già intraprese sulla mobilità cittadina, con la redazione ed attivazione del Piano Urbano per la mobilità sostenibile, che al momento è in una fase avanzata di progettazione, e l’ideazione di percorsi ciclabili.
Azioni concrete sono previste anche nell’ambito dei progetti comunitari con l’introduzione nell’organigramma comunale di un europrogettista che supporterà l’Ente nella partecipazione ai bandi europei.
Buone notizie per i contribuenti. La pressione fiscale non aumenterà, ma resterà invariata rispetto al 2019.
Semplificazione sarà, invece, la parola d’ordine per quanto riguarda il rapporto con la burocrazia e, in particolare, nei servizi tributari.
"Con il Consiglio Comunale di martedì 30 giugno abbiamo delineato quella che sarà l’azione amministrativa nei prossimi anni – dichiara il Sindaco Antonello Denuzzo – si tratta di un progetto ambizioso che proietta la nostra Città in un contesto più moderno. Leggendo attentamente i documenti allegati alle delibere si noterà facilmente che molte voci presenti lo scorso anno sono scomparse. Questo non per dimenticanza, ma perché si tratta di progetti completati. Le prime cose che vengono in mente sono lo stadio e il Palazzetto, ma c’è tanto altro. Il 2019/20, nonostante l’emergenza sanitaria, è stato caratterizzato dalla concretezza. Mi riferisco ad interventi importantissimi come la progettazione sulla R4 per cui, oggi, siamo costretti a prevedere una ulteriore indagine diagnostica. Ma è stato anche l’anno dell’avvio del progetto per il recupero della ex piazza coperta, luogo simbolo della Città abbandonato a sé stesso da decenni. Francavilla Fontana nel 2019/20 ha visto l’introduzione del taxi sociale, la riaperta della Villa Comunale, l’avvio del cantiere nel cimitero per la ripavimentazione e la creazione di nuovi loculi, la messa in sicurezza di via Distante e un investimento inedito nel verde pubblico cittadino. Questo è stato anche l’anno dei finanziamenti. Più di 6 milioni di euro arriveranno per la messa in sicurezza delle scuole e abbiamo candidato diversi progetti programmati a finanziamento, come ad esempio la R4. In questo anno abbiamo ridato vita ad alcuni immobili abbandonati come l’ex laboratorio urbano. In ultimo – conclude il Sindaco – stiamo affrontando la più grave crisi dal dopoguerra ad oggi e lo stiamo facendo con spirito di servizio e sostegno alle attività produttive e ai cittadini. Abbiamo destinato 1 milione di euro alle aziende locali per la ripartenza e, allo stesso tempo, abbiamo messo in campo una serie di misure per le persone in difficoltà. Abbiamo fatto tutto questo senza aumentare di 1 euro la pressione fiscale. Si tratta di risultati rilevanti per una Città che guarda al futuro".

Commenti