martedì 21 luglio 2020

Lions Club Ostuni Città Bianca: l’architetto Serena Chiarelli é il nuovo presidente per l’a.s.2020/2021, vice presidente la dottoressa Federica Silvestri

OSTUNI (BR). In una conviviale serale presso la sede sociale l’hotel Masseria Santa Lucia e nel pieno rispetto delle vigenti normative anti-covid, si è svolta, sabato 18 luglio 2020, la XIV Charter del Lions Club Ostuni Città Bianca con il "Passaggio delle consegne" tra il presidente outcoming Francesco Santoro ed il presidente incoming Serena Chiarelli.

La cerimonia ha preso avvio, con l'ingresso di tre soci Giusy Fracchiolla, Michele Angelo Chiarelli e Mario Guagliani. Un momento significativo, determinante per la vitalità e la prosperità del Sodalizio.
È seguita, quindi, la fase clou del "Passaggio della Campana" fra i due presidenti.
Il presidente outcoming, Francesco Santoro, ha tracciato un bilancio dell’anno sociale 2019-20 sottolineando che  quello appena trascorso è stato  un anno sociale a 2 velocità in cui, nonostante la pandemia, il Club ha contribuito all’intensa attività distrettuale servendo 1.891 persone  attraverso 13 Attività di service svolte, totalizzando  431 Ore di Servizio volontario e $ 5.480 di fondi donati.
Dopo la prassi dello scambio delle spille e il tocco di campana che ha segnato l’inizio dell’anno sociale 2020/2021 ha preso la parola il Presidente Serena Chiarelli che nel tracciare le linee programmatiche del nuovo anno sociale ha evidenziato che il principale impegno del club sarà rivolto  all’attività di affiancamento e di supporto alle Istituzioni, al fine di individuare attività di service a vantaggio del territorio, ma soprattutto a vantaggio di quanti subiscono l’emarginazione, soffrono le malattie e versano nelle condizioni più disparate di difficoltà. Grande attenzione sarà infatti rivolta a temi di rilevante impatto sociale, fra i quali la violenza di genere, la prevenzione sanitaria, studiata e dedicata in particolar modo  alle donne e a i bambini e  la disabilità. Il Presidente ricordando le parole di Melvin Jones il  fondatore del Lions Clubs International "Non si può andare lontani finché non si fa qualcosa per qualcun altro", ha concluso il suo discorso di insediamento presentando il direttivo dell’anno sociale 2020-21:il past presidente e Coordinatore di club  per LCIF  Francesco Santoro, il 1° vice presidente Federica Silvestri, il 2° vice presidente Mario Giagliani, il segretario Rita Tamborrino, il cerimoniere Sara Lorusso, il tesoriere Angela Taberini, il presidente del Comitato soci Valentina D’Ambrosio, il presidente comitato Service Angela Stella Prudentino, Presidente Comitato Marcketing e Comunicazione Ignazio Anglani, Revisore dei conti Roberto Calò, Componenti comitato soci Paola Clarizia, Barbara Ture e Vincenzo Asciano, Componenti comitato Service Filomena Chionna e  Stefania Lutrino, Consiglieri Miriam Palmisano, Giuseppe Cariulo, Antonio Calamo e Daniele Capriglia.
Ricordiamo che i Lions sono una rete di volontari composta da 1,4 milioni di donne e uomini appartenenti a 48.000 club distribuiti in tutto il mondo. I Lions portano aiuto dove ce n’è bisogno. In oltre 200 paesi e aree geografiche, negli ospedali e nei centri per anziani, nelle aree colpite da disastri naturali, i Lions svolgono opere di volontariato a favore della comunità sotto forma di aiuti, guida, pianificazione e supporto. Proprio perché agiscono localmente, sono in grado di andare incontro ai bisogni della collettività. Proprio perché sono presenti in tutto il mondo, sono in grado di affrontare le sfide che non hanno confini.
Quando si tratta di raccogliere delle sfide, la loro risposta è semplice: We Serve. Questo è quello che unisce i Lions di tutto il mondo. Portano il loro aiuto ovunque, in ogni momento e in ogni modo possibile.

0 commenti:

Posta un commento

Visite: