Francavilla Fontana: firmati due protocolli per la sicurezza con la Prefettura di Brindisi

FRANCAVILLA FONTANA (BR). La sicurezza pubblica e il contrasto alle forme di illegalità rappresentano una priorità delle Istituzioni anche in questa fase di ripresa dell’emergenza sanitaria. Nelle scorse settimane il Sindaco Antonello Denuzzo ha sottoscritto due progetti incentrati su questo tema con la Prefettura di Brindisi. Si tratta del "Patto per l’attuazione della sicurezza urbana" e del protocollo d’intesa "Scuole sicure".

Entrambi i documenti sollecitano l’adozione di adeguati sistemi di videosorveglianza per monitorare con efficacia il territorio.
Dando seguito a quanto previsto dal Patto per l’attuazione della sicurezza urbana, l’Amministrazione Comunale ha approvato uno specifico progetto redatto dall’Ufficio Tecnico Comunale dell’importo complessivo di circa 216mila euro che sarà candidato al finanziamento promosso dal Ministero dell’Interno. In caso di approvazione, la Città si doterà di sistemi di videosorveglianza che saranno collocati nelle zone maggiormente esposte ai fenomeni delinquenziali.
"La tecnologia è un alleato importante per la difesa del territorio – dichiara il Sindaco Antonello Denuzzo – è indispensabile sfruttare l’opportunità offerta dal Ministero dell’Interno che ha messo a disposizione dei Comuni che hanno sottoscritto il “Patto per l’attuazione della sicurezza urbana” 17 milioni di euro da investire nei sistemi di videosorveglianza per il contrasto alla criminalità e la promozione del decoro urbano nelle aree valutate come più vulnerabili".
Anche il protocollo d’intesa "Scuole Sicure" va nella stessa direzione, ma in questo caso Francavilla Fontana è risultata già destinataria di un contributo di circa 21mila euro per la predisposizione di una serie di misure di contrasto all’uso e allo spaccio di sostanze stupefacenti.
Il progetto, la cui stesura è stata curata dal Comando della Polizia Locale, prevede un'azione in tre step. Il primo passo consisterà nella realizzazione di una rete di videosorveglianza per monitorare ciò che accade all’esterno degli edifici scolastici, in particolare nei momenti di maggiore affluenza di studentesse e studenti. Il secondo step prevede la realizzazione di progetti educativi ed un concorso di idee per la definizione di una campagna di comunicazione contro l’uso delle droghe. In questa fase saranno coinvolti anche gli istituti comprensivi ed in particolare gli studenti frequentanti la terza media. L’ultima fase del progetto è finalizzata alla realizzazione di incontri mirati con gli studenti.
"Con questo progetto redatto dal Comando della Polizia Municipale, che ringrazio, mettiamo in campo una strategia di prevenzione e di contrasto verso il fenomeno dell’uso e dello spaccio di sostanze stupefacenti tra i minori – conclude il Sindaco – è nostro dovere fare il possibile per tenere lontani le ragazze e i ragazzi dalle droghe".

Commenti