Francavilla Fontana: venerdì 16 ottobre consegna del Calendaria 2021 agli Istituti Comprensivi cittadini

FRANCAVILLA FONTANA (BR). 12 mesi, 52 settimane, 60 ritratti di donne che hanno contribuito alla crescita culturale ed economica dell’Europa. Questo in sintesi il contenuto di Calendaria 2021, il progetto realizzato dall’Associazione Toponomastica Femminile con il patrocinio dall’Amministrazione Comunale di Francavilla Fontana.

L’obiettivo principale di questo calendario, che venerdì 16 ottobre sarà consegnato alle scuole secondarie di primo grado francavillesi, è rendere evidente quotidianamente il contributo femminile nella costruzione dell’Europa contemporanea.
Per l’Italia sono state scelte le figure di Eleonora d’Arborea, Ada Rossi, Fausta Deshormes La Valle. Ogni settimana è dedicata a una donna, il cui ritratto sarà presente nella rispettiva fila di numeri e sulla pagina aperta del calendario. Un racconto biografico sul personaggio verrà pubblicato in italiano sulla testata giornalistica on-line Vitamine vaganti.
Le illustrazioni sono state curate da Valentina Bartolotta, Giulia Capponi, Maddalena Chelini, Rosalina Collu, Silvia Dell’Orco, Monica Fabbri, Viola Gesmundo, Giada Ionà, Eleonora Nascimbeni, Katarzyna Serkowska, Giulia Tassi, Martina Zinni.
Le biografie delle donne sono state sviluppate in tre lingue: italiano, inglese e francese.
La consegna dei calendari, in programma venerdì 16 ottobre a partire dalle 9:30, sarà curata dal Sindaco Antonello Denuzzo e dall’Assessore alle Pari Opportunità e Pubblica Istruzione Sergio Tatarano.
"Francavilla Fontana si conferma in prima linea nella promozione della parità di genere e delle ignorate figure femminili che hanno invece contribuito alla crescita del nostro Paese – dichiara l’Assessore alle Pari Opportunità e Pubblica Istruzione Sergio Tatarano – Questo calendario, realizzato con il partenariato della nostra Città (unica in Puglia) e di altri 6 comuni in tutta Italia, si caratterizza anche per essere pienamente in linea con l'opera di sensibilizzazione delle giovani generazioni sui grandi valori su cui si fonda il progetto dell'Europa unita".

Commenti